Paradiso di Pocenia: intitolata Piazzetta a Milite Ignoto e a Eroi di Paradiso

229

“La scelta del Sindaco, Sirio Gigante, e dell’amministrazione comunale di Pocenia di intitolare una Piazzetta al Milite Ignoto e agli eroi di Paradiso rappresenta un segnale importante nel sedimentare nella conoscenza pubblica il ricordo di quanti hanno perso la vita nel corso dei conflitti bellici del secolo scorso e in particolare di coloro che, oltre ad essere caduti sul fronte, non sono stati identificati e sono rappresentati dal Milite Ignoto tumulato all’Altare della Patria a Roma”.

Così il capogruppo della Lega, Mauro Bordin, nel suo intervento per l’intitolazione della Piazzetta al Milite Ignoto e agli eroi del Paradiso di Pocenia, “luogo che divenne simbolo a chiusura di quella infinita strage che fu la Prima Guerra Mondiale terminata in questa terra il 4 novembre 1918, pochi minuti prima dello scoccare dell’Armistizio tra Italia e Austria”.

“Il centenario del Milite Ignoto ha permesso a molti concittadini di riscoprire una storia importante per il Paese che ha segnato profondamente gli italiani per l’amore e il rispetto riconosciuto a coloro che si sono sacrificati per la Patria nei conflitti bellici. In un periodo storico come quello attuale –continua l’esponente della Lega- in cui agli italiani viene chiesto un sacrifico di gran lunga inferiore, credo possa rappresentare un momento di riflessione al fine di giungere alla promozione di una coscienza collettiva che riconosca la preminenza dell’interesse pubblico rispetto a quello individuale. In questi mesi il concetto di libertà viene spesso evocato dimenticando un assunto fondamentale: la libertà di ognuno di noi non può che cedere rispetto alla tutela della libertà collettiva e dell’interesse della comunità a cui si appartiene”.

“Dal Milite Ignoto parta uno stimolo forte alla riflessione, affinché prevalga il “noi” rispetto all’”io” nell’azione quotidiana e nel fronteggiare la pandemia in corso”, conclude Bordin.