TERZO. Caldaia manomessa, genitori costretti a riprendere i figli a scuola

1127

Genitori sul piede di guerra e comune pronto a sporgere denuncia. Questa la situazione nel piccolo comune di  Terzo di Aquileia.

Ma andiamo per ordine. Stamattina alcuni genitori dei bambini della scuola elementare e dell’asilo di Terzo di Aquileia ci hanno raccontato di essere stati invitati ad andare a riprendere i loro figli poco dopo l’inizio delle lezioni perché il riscaldamento non era in funzione. I loro piccoli erano al freddo. Non sono mancate ovviamente le proteste per il disagio che ha subito chi lavora e magari non ha nessuno che può andare a prendere il proprio figlio.

Nel giro di poco è arrivata la comunicazione dell’amministrazione comunale via social. La nota, riportata sulla pagina FB di Terzo Eventi, recita così: A causa dell’opera sconsiderata di qualche teppista durante il periodo festivo, che ha chiuso una valvola di sicurezza della fornitura del gas, la caldaia del riscaldamento della scuola questa mattina non è partita come programmato. Il problema è stato risolto e il riscaldamento è ripartito correttamente alle 11.15. Il Sindaco ha dato incarico alla polizia municipale di verificare i filmati delle telecamere di sicurezza e si recherà dai carabinieri per sporgere denuncia per interruzione di pubblico servizio...”

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami