Bassa Friulana. Otto pastori tedeschi liberati da un allevamento lager

1431

Otto pastori tedeschi erano tenuti segregati in box nella totale sporcizia e degrado. Sabato l’incubo è finito quando le guardie zoofile dell’Oipa di Udine li hanno liberati. La triste vicenda riguarda un allevamento della Bassa Friulana segnalato per cattiva detenzione. A darne notizia diverse testate giornalistiche.

Le povere bestie erano rinchiuse in una struttura fatiscente, dentro a piccoli box dove lo spazio per muoversi era ridotto e la pavimentazione ricoperta di sporcizia. Tutti i cani erano intimoriti e presentavano comportamenti stereotipati. Gli animali, da quanto riportato sulle testate giornalistiche, erano nati in allevamento e dopo essere stati comperati da privati, erano stati riportati all’allevatore per incapacità da parte degli acquirenti di prendersi cura di loro. Cosi i poveri pastori tedeschi erano ridotti a vivere dentro un box senza interazione con le persone.

Il proprietario dell’allevamento è stato denunciato per maltrattamento e detenzione di animali incompatibile con la loro natura, mentre tutti i cani sono stati collocati in una struttura idonea in attesa di essere adottati.

Per informazioni scrivere a guardieudine@oipa.org

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami