Il Gran finale di CERVIGNANO FILM FESTIVAL

166

Ultime due giornate per il Cervignano Film Festival 2018, concorso internazionale per corti, documentari e videoclip dedicato, in questa sesta edizione, al tema “Cinema e videogiochi”. Particolarmente atteso è l’appuntamento in calendario per  sabato 22 settembre, alle 20, al teatro Pasolini, location di una speciale serata dedicata al trentennale dell’uscita del videogioco più cult della storia, Zak McKracken and the Alien Mindbenders: sarà presente il suo leggendario creatore, lo statunitense David Fox (per la prima volta in Italia, in esclusiva per il CFF), ospite d’onore dell’edizione 2018 del Festival. Guru nel settore dei videogames, Fox è autore di alcune delle avventure grafiche più famose prodotte e distribuite dalla Lucasfilm. Un lungo artist’s talk svelerà tutti i retroscena della lavorazione del gioco, l’esperienza maturata presso lo Skywalker Ranch di George Lucas e molto altro. I biglietti, gratuiti, sono disponibili sul sito del Festival. Nel corso della serata, come tributo italiano a questo grande autore, saranno presentate in anteprima mondiale due opere inedite, “Zak McKracken and the Alien Mindbenders – 30th Anniversary”, fan movie di Daniele Spadoni (regista indipendente che ha voluto omaggiare Fox con un’opera intrisa di spunti creativi e riferimenti agli elementi cult del gioco), e “Zak McKracken and the Alien Mindbenders – I trenta anni del mito”, documentario di Matteo Bini, che introdurrà il pubblico nel fantastico mondo di Zak.

Il gran finale è in programma per la serata di domenica, alle 21, in Sala Aurora, dove si svolgerà la cerimonia di premiazione di tutte le categorie di concorso, con la consegna del Cervo d’Oro e la proiezione dell’opera vincitrice. Durante la serata, presentata dall’autore, conduttore e regista Rai Mario Mirasola, sarà omaggiato, a un anno dalla scomparsa, il poeta Pierluigi Cappello, con letture di brani a cura di Marianna Fernetich e con un’esibizione del noto chitarrista Francesco Buzzurro.

Sabato e domenica il Festival offre anche la mostra interattiva “Zak is back! Versioni multiple in pixel art”, curata dall’associazione Retroacademy e allestita in Galleria Bertoni: l’orario di visita è dalle 10 alle 20. La rassegna è dedicata ai 30 anni del videogioco Zak McKracken.

La sala parrocchiale “Don Silvano Cocolin”, invece, si trasformerà in “Gamers and Games Arena” (accesso dalle 10 alle 19.30): in omaggio al tema dell’edizione 2018 il Cervignano Film Festival fa rivivere emozioni d’altri tempi, tramite la ricostruzione di una vera e propria sala giochi vintage. Tre i soggetti coinvolti nell’operazione: il gruppo Coin-op Project, che ha fornito decine di arcade d’epoca, Frogbyte, associazione specializzata in LanParty (che offrirà due giorni di giochi ispirati al mondo del cinema), e StreamFighters ASD, la quale metterà a disposizione la propria “Gamers and Games Arena”, con 10 postazioni di gioco e un’area per realtà virtuale. Previsti anche diversi tornei su coin-op, console e computer.

Nato da un’idea del Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San Michele e di Piero Tomaselli, il Cervignano Film Festival (organizzato con il sostegno e il contributo del Comune di Cervignano e della Regione Friuli Venezia Giulia) si pone l’obiettivo di incentivare la creatività giovanile, con l’intento di valorizzare, promuovere e divulgare le forme “minori” della narrazione audiovisiva e cinematografica: obiettivo è insomma diffondere la sensibilità e l’interesse verso queste modalità espressive, giudicate dai promotori della rassegna «particolarmente efficaci e attuali a livello sociale e culturale», focalizzando l’attenzione, in particolare, sui linguaggi liminari e ibridati.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami