CERVIGNANO FILM FESTIVAL. Attesa per l’ospite d’onore dell’edizione 2018, il celebre David Fox

294

E’ partita nel migliore dei modi e prosegue con un cartellone denso di appuntamenti l’edizione 2018, la sesta, di CervignanoFilmFestival – Il cinema del confine e del limite, concorso internazionale per corti, documentari e videoclip in programma fino a domenica 23 settembre.

Mercoledì 19 settembre e venerdì 21 saranno proposte due mattinate per le scuole, rispettivamente al teatro Pasolini e alla Casa della Musica: titolo delle lezioni, a cura di Anna Antonini e Luca Visentin, è “Il videogame nel cinema”. Saranno presentate due pellicole fondamentali per il genere scelto come leitmotiv dell’edizione 2018, “Cinema e videogame”: “Tron”, opera del 1982, intrisa di uno stile visivo decisamente all’avanguardia per l’epoca, e “eXistenZ”, di David Cronenberg, un mondo distopico in un film-videogame o un videogame che tenta di diventare film.

Tre gli appuntamenti del pomeriggio di mercoledì 19: alle 15, in Galleria Bertoni, il concorso del CFF ripartirà con la proiezione di cortometraggi in virtual reality; alle 17, in sala Don Bosco, laboratorio di Storytelling per videogame, a cura di Mattia Filigoi, e alle 20.30, in Sala Aurora, proiezione dei cortometraggi in gara.

Venerdì 21 settembre la Casa della Musica ospiterà, dalle 10 e fino al pomeriggio, una giornata di studi incentrata sul rapporto tra cinema e videogame, ponendo l’accento, in particolare, sul connubio instaurato negli anni Ottanta nell’ambito delle avventure grafiche. Il convegno, a ingresso libero, sarà moderato dal dottor Federico Zecca (ricercatore all’Università di Bari) e prevede due interventi mattutini: dimostrazione “Visionaire studio” (con il dottor Michael Castronuovo, dell’ateneo di Udine) e a seguire “Tra Sierra e Lucasfilm Games/LucasArts: il duopolio sulle avventure grafiche tra gli anni Ottanta e Novanta” (relatore sarà Matteo Genovesi, anch’egli dell’Università di Udine).

I lavori riprenderanno poi alle 15, con l’intervento di Mauro Salvador (Università di Bologna), che offrirà un contributo dal titolo “Throwback or not throwback? A look on Thimbleweed Park through the evolution of adventure games”. A seguire riflettori puntati sull’ospite d’onore del festival 2018, in arrivo da San Francisco: si tratta di David Fox, “guru” nel settore dei videogames, autore di alcune delle avventure grafiche più famose prodotte e distribuite dalla Lucasfilm. Alle 16, sempre alla Casa della Musica, Fox proporrà uno speech incentrato sulle sue produzioni legate al mondo del cinema (“Labyrinth”, “Indiana Jones and the last crusade”), svelando segreti e retroscena della realizzazione e tracciando un focus sul rapporto instauratosi direttamente con i registi delle opere cinematografiche. David Fox interverrà inoltre nella serata dedicata al trentennale dall’uscita del videogioco Zak McKracken (sabato 22, alle 20, al teatro Pasolini), nella quale verranno proiettati il fan movie (in anteprima) di Daniele Spadoni ispirato alle vicende del gioco e un documentario di Matteo Bini, sullo stesso tema.

Nato da un’idea del Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San Michele e di Piero Tomaselli, il Cervignano Film Festival (organizzato con il sostegno e il contributo del Comune di Cervignano e della Regione Friuli Venezia Giulia) si pone l’obiettivo di incentivare la creatività giovanile, con l’intento di valorizzare, promuovere e divulgare le forme “minori” della narrazione audiovisiva e cinematografica: obiettivo è insomma diffondere la sensibilità e l’interesse verso queste modalità espressive, giudicate dai promotori della rassegna «particolarmente efficaci e attuali a livello sociale e culturale», focalizzando l’attenzione, in particolare, sui linguaggi liminari e ibridati.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami