Bassa friulana: condannata una donna che si spacciava per medico e proponeva trattamenti

1799

E’ stata condannata una donna della Bassa Friulana a 1 anno e 4 mesi di reclusione, pena sospesa a condizione che venga pagata entro un mese una provvisionale di 10mila euro, oltre ai danni da liquidazione a parte. La donna era stata imputata di esercizio abusivo della professione medica. Secondo l’accusa aveva consigliato I-live Somm come rimedio terapeutico e la sospensione della terapia farmacologica. Un apparecchio dal costo di 9mila euro. L’inchiesta aveva portato davanti al giudice tre imputati. La notizia si può leggere su Il Messaggero Veneto di oggi in un articolo a firma di Alessandra Ceschia.

Una 30enne della Bassa aveva accettato di acquistare lo speciale lettino sperando di trovare un rimedio per sua endometriosi. Purtroppo la malattia si è aggravata, tanto da costringerla a sottoporsi a un intervento, cui ne è seguito un altro. Questa la ricostruzione della nota testata giornalistica

L’avvocato ha preannunciato l’impugnazione della sentenza. “Il lettino è stato suggerito in quanto utile, non in quanto terapeutico…” parte del commento sulla nota testata giornalistica.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami