TAROCCHI DI MARSIGLIA. Arcani minori: i denari

260

I Denari sono monete fabbricate con l’oro (infatti, sono definiti anche Ori) e possiamo stabilire un collegamento evidente con la terra, trattandosi di un minerale presente nel suolo. Puntiamo l’attenzione sull’Asso di Denari che segnala un altro indizio: dal grande disco d’oro si allargano radici e fiori che creano un collegamento proprio con la terra!

Compariamo ora le caste indù e le serie degli Arcani Minori per cercare eventuali correlazioni. Questo interessante parallelismo, infatti, potrebbe aprire le porte ad una più vasta comprensione, non solo dell’argomento specifico che stiamo esaminando ma anche della storia dei Tarocchi in generale.

Quale tipo di correlazioni si può stabilire fra Denari e Caste? La relazione fra i Commercianti (gli Vaishyas) e il denaro è molto semplice.

Asso di Denari –  In questa carta , dove predomina il colore giallo dell’oro, è raffigurato un grosso cerchio che contiene altri cerchi concentrici, dentro i quali vediamo una figura che in genere è un busto, con una corona di alloro sul capo. Sono inoltre presenti molti elementi ornamentali che simboleggiano l’abbondanza e il benessere. La carta presenta una forte valenza ambigua e molto spesso preannuncia al consultante situazioni difficili.

Carta dritta: esprime l’energia dell’Elemento Terra e ciò che essa  rappresenta: benessere materiale, prosperità, realizzazione concreta dei progetti. Nel dovuto contesto, l’Asso di Denari manifesta inoltre l’esigenza di cambiare vita, sia sul piano professionale che su quello affettivo o sociale. Grazie alla sua energia, le idee e le visioni possono prendere corpo e realizzarsi sul piano concreto.

Carta capovolta: l’ Asso di Denari capovolto indica contrarietà e dissidi, il denaro male impiegato porta sfortuna, avidità e corruzione.

Due di Denari – Questo Arcano Minore viene rappresentato con due cerchi simmetrici e regolari. La distanza tra i centri dei due cerchi, secondo l’opinione degli esperti di cartomanzia, sta ad indicare la necessità di perfezionismo ed il raggiungimento di intenti e progetti di varia natura. La solidità dell’ elemento Terra associato al seme di denari, è attenuata dalla natura mutevole del numero 2. E’ in arrivo una fase alterna, in cui è necessario tenere in equilibrio armonico le differenti parti della propria vita. Bisogna organizzare bene le situazioni, altrimenti si rischia di andare incontro a momenti di precarietà e instabilità, sia in generale, sia specificatamente in senso economico.
Carta dritta: rappresenta il tentativo e l’esigenza del consultante di agire nel miglior modo possibile, si sta calcolando bene il rischio delle situazioni, per poi prendere delle decisioni definitive.

Carta capovolta: il Due di Denari capovolto indica desideri insoddisfatti e il fallimento di alcuni progetti. In alcuni contesti può avere anche un significato positivo: avverte che sta arrivando una controversia in affari o una qualsiasi situazione pericolosa che richieda attenzione e prudenza.

Tre di Denari – Nella carta sono raffigurati tre cerchi simili ai precedenti, disposti in modo tale da simboleggiare idealmente i vari aspetti della vita, che si possono connettere fra loro. E’ tempo di costruire e gettare le basi per il futuro, in particolare nell’area del lavoro e delle finanze. Sono presenti le capacità e le competenza per la realizzazione dei propri progetti. Occorrerà puntare sulla collaborazione e l’associazione, condotta con intelligenza, altruismo, onestà e buon fiuto commerciale. In ambito sentimentale il tre di denari indica il superamento di difficoltà o di una crisi in una relazione.

Carta dritta: indica l’impegno e lo sforzo del consultante per conseguire i suoi propositi, soprattutto in campo professionale e sociale. La fortuna porterà un guadagno.

Carta capovolta: quando la carta compare capovolta, significa che la gestione finanziaria non è delle migliori. Somme considerevoli vengono spese senza un reale motivo, per leggerezza, infantilismo o  ingenuità. Emergono i dubbi, la carta annuncia un affare in bilico e preoccupazioni finanziarie, dovute alla mediocrità e all’apatia del consultante, che impediscono di realizzare una certa impresa. Innumerevoli le occasioni perdute per paura di mettersi in gioco; molte anche le preoccupazioni, gli insuccessi, le disillusioni, dovute a progetti troppo infantili e privi di fondamento.

Quattro di Denari – La maggioranza degli studiosi dei Tarocchi, concorda nel mettere in rilievo la disposizione simmetrica dei quattro elementi, o cerchi, che compaiono su questa carta. La sua simbologia viene associata con la costante ricerca di equilibrio e moderazione. Il 4, numero della stabilità, incrociandosi con quello del denaro, dà vita a una combinazione estremamente stabile riguardo alla casa e alle finanze. Bisogna prestare attenzione all’aspetto economico di ogni attività e cercare di massimizzarne la resa, in questo modo si potranno raccogliere i frutti dei lavori già maturi, prima di intraprenderne di nuovi. Questa carta consiglia inoltre, di avere un atteggiamento concreto e pragmatico, perchè l’eccesso di fermezza e di rigore, può trasformarsi in testardaggine e in mancanza di considerazione per le esigenze altrui.

Carta dritta: la fortuna sorride al consultante, soprattutto in ambito finanziario, concedendogli non pochi privilegi: sta lentamente maturando un evento che condurrà al successo e all’affermazione personale. Indica che il consultante preferisce cercare la possibilità di un accordo, piuttosto che scontrarsi violentemente con la controparte, cerca una mediazione con un atteggiamento concreto e pragmatico, senza perdere di vista il proprio utile. Accompagnato a carte negative, il Quattro di Denari mostra un volto insospettato e maligno, alludendo ai risvolti negativi del risparmio: l’avidità, l’egoismo, l’interesse esagerato per il benessere.

Carta capovolta: ostacoli momentanei, ritardi e contrasti, comunque superabili, richiedono un aiuto esterno. Le accezioni negative di questa carta, quando si presenta capovolta, mettono anche in guardia contro comportamenti poco equilibrati, specialmente in caso di chiari abusi di potere e di pesanti provocazioni.

Cinque di Denari – Secondo gli studiosi di cartomanzia, nella rappresentazione grafica di questa carta, il cerchio centrale che si trova in posizione equidistante dagli altri quattro cerchi periferici, è associato all’idea di una diversità all’interno di un sistema ordinato. Carta di movimento, attrazione, coraggio, rovescia le situazioni negative precedenti e crea buoni presupposti per il futuro. Il Cinque di Denari è una carta positiva per le persone pratiche. I problemi rappresentati da questa carta, tuttavia, sono degli avvertimenti nel non lasciarsi abbattere, un monito a correggere ciò che è necessario e prestare attenzione alle spese.

Carta dritta: sul piano pratico, la situazione difficile in cui versava il consultante, è in via di risoluzione. Nuovi interessi in vista, perdite riparate, buone prospettive per il futuro, soprattutto per chi sappia dedicarsi con resistenza e coraggio al lavoro. In campo affettivo assicura devozione, tenerezza, attrazione, protezione. Spesso indica il potere carismatico di una persona con cui abbiamo a che fare nel lavoro o in famiglia.

Carta capovolta: la carta mette in guardia sull’eventualità di problemi e difficoltà negli affari.  Il consultante vive un momento di sregolatezza, caos, disarmonia che si riflette anche sul piano affettivo con litigi di coppia, spesso motivati dal denaro. Sono presenti lamentele, colpe ed errori, il pensiero del denaro rende ciechi, si rischia di perdere anche amicizie importanti e la stima di chi si ama.

–  Sei di Denari  – Se la carta appartiene ad un mazzo di Tarocchi classici, avrà tre paia di cerchi perfettamente simmetrici ed equidistanti. All’interno dei sei cerchi, vediamo il disegno di un busto o di un viso di profilo. Sul piano simbolico il Sei esprime un equilibrio precario, un’imperfezione che implica alternanza, mutazione, instabilità legata a eventi e situazioni contrapposte. E’ una carta statica ma fluida, il male e il bene entrano in conflitto per il buono o cattivo uso della fortuna. La chiave della ricchezza risiede infatti nel fare circolare con generosità ciò di cui disponiamo, e al tempo stesso essere pronti a ricevere ciò che l’Universo ci invia. Sensibilissimo alle influenze delle lame vicine, che ne determinano la positività o negatività, il Sei dì Denari non prende mai una posizione precisa, né in positivo né in negativo. Le prospettive appaiono modeste, ma sufficienti alle necessità quotidiane.

Carta dritta: positiva per il lavoro, indica un rischio calcolato e ben ponderato per ogni impresa finanziaria o sociale. Essendo una carta legata al momento, indica una situazione instabile e dinamica. Occorre approfittare di una piccola fortuna temporanea, rappresenta la costante e universale necessità di armonizzare il sentimento e la ragione.

Carta capovolta: il Sei di Denari capovolto indica la durezza dell’esistenza, la competizione esasperata e l’ostruzionismo: la prudenza diventa avarizia, la passione si trasforma in gelosia. Incombe una sensazione generalizzata di ansia riguardo alle finanze e il consultante, troppo concentrato su se stesso, mette seriamente in crisi i traguardi che desidera ottenere e le relazioni interpersonali.

Sette di Denari – Nella carta sono raffigurati sette cerchi distribuiti in due gruppi, uno di tre e uno di quattro. Il ternario si riferisce all’idea di attività spirituale e mistica, mentre il quaternario è in relazione all’organizzazione della materia. Come tutti gli Arcani Minori, questa carta è fortemente legata alle carte vicine e quindi ha almeno due interpretazioni: il risultato che desideravamo ottenere è scarso, oppure è soddisfacente, ma noi volevamo qualcosa di più. In generale, questa carta rappresenta il progresso materiale e il benessere economico ma, al tempo stesso, anche i possibili rischi da quello possono derivarne. Il 7 di Denari suggerisce di guardare il lato positivo della situazione ed eventualmente rinnovare gli sforzi, ma partendo da una prospettiva disinteressata.

Carta dritta: esprime l’eccezionale dinamismo e abilità con cui il consultante risolverà determinate questioni pendenti. Per chi ha iniziato un percorso di crescita spirituale, non è importante il successo o il fallimento, ma è importante avere agito al meglio. La crescita di un progetto sarà lenta, ma costante, impegnerà le forze mentali, intellettive e fisiche del consultante.

Carta capovolta: la carta capovolta è sempre un cattivo segnale di inquietudine, ansie, preoccupazioni,  lascia temere critiche, querele, pettegolezzi, difficoltà o ritardi nelle trattative, intralci burocratici. E ancor peggio: abbandono, rovina, insuccessi. Per quanto riguarda l’amore invece, l’ arcano promette nozze felici, anche se non economicamente vantaggiose.

Otto di Denari – Il valore predittivo di questa carta, si riferisce alla realtà immediata, indica la prevalenza della materia sul concetto, della realtà sull’ idea. E’ una carta di sostanziale equilibrio, evidenzia i risultati raggiunti nel proprio lavoro, mostra la risposta e la soluzione più adeguata ad ogni questione, il dinamismo e la mobilità delle situazioni. Questo Arcano Minore ci insegna che il modo per raggiungere un traguardo è il lavoro regolare, continuo, preciso.

Carta dritta: Rappresenta l’energia e gli sforzi che il consultante deve compiere per realizzare i suoi progetti. Ogni impresa necessita di esercitare la forza di volontà e questa carta appunto, mette in evidenza la tenacia e la continuità che occorrono per raggiungere un risultato.

Carta capovolta: indica un carattere debole e apatico, mostra l’ impossibilità di condurre a termine con successo un’ impresa, non per mancanza di mezzi concreti, ma per carenze morali e intellettive del consultante.

Nove di Denari – La carta del nove di denari è costituita da quattro paia di cerchi equidistanti e simmetrici, più un altro cerchio asimmetrico: quest’ultimo è considerato l’elemento più importante di questo Arcano Minore ed è simbolo di libertà, individualità ed originalità. Questa carta rappresenta una ricchezza consolidata, non necessariamente conquistata tramite i propri sforzi, ma che può anche essere stata ricevuta sotto forma di eredità, vincite inaspettate o casi fortunati e improvvisi. E’ una carta di buon auspicio nel settore economico, rivela lo status sociale proprio e della famiglia di appartenenza, insieme a una certa sicurezza in sé.

Carta dritta: è il simbolo per eccellenza della libertà e dell’emancipazione, simboleggia la prosperità in ambito economico e finanziario. E’ favorevole a chi viaggia per lavoro e progetta di concludere nuovi affari.

Carta capovolta:  annuncia perdite di denaro e l’incapacità del consultante di sostenere le proprie idee e opinioni. Indica inoltre immaturità e mancanza di tatto, in particolare nei confronti dei familiari e delle persone care. Evidenzia  l’incapacità del consultante di sostenere le proprie idee e opinioni.

Dieci di Denari – Nella carta vediamo dieci cerchi divisi in due gruppi di cinque, il numero emblematico del dieci di denari è proprio il cinque: numero magico, simbolo di armonia, unione e rappresentazione delle cinque forme della materia sensibile. In senso simbolico, la strada per il successo materiale che questa carta indica, si costruisce nel tempo, attraverso l’intrecciarsi di vincoli con persone affini. Alla prosperità materiale, si aggiunge dunque un’abbondanza di affetti e valori condivisi. E’ il raggiungimento della stabilità, della sicurezza materiale e psicologica.

Carta dritta: rivela successo, favorevole andamento delle cose e realizzazione della maggioranza dei desideri. Preannuncia al consultante che il futuro gli riserva gradevoli sorprese, soprattutto in campo professionale e affettivo.

Carta capovolta: rappresenta sfortunate e infauste previsioni per il futuro, tuttavia quando compare insieme a carte positive, è rivelatrice di fortune instabili e precarie.

Fante di Denari – La caratteristica peculiare della carta del Fante, è il predominio del colore giallo, che rappresenta il fulgore e la luce del simbolo del seme a cui questa figura appartiene. Il vero protagonista di questa carta è infatti l’emblema dell’oro che il Fante regge in mano. Nella carta è raffigurato un giovane dall’atteggiamento semplice e concreto che, passo dopo passo, impara ciò che gli serve a crescere, con perseveranza e umiltà. Procede con lentezza, ma con costanza e questa è la sua forza.

Carta dritta: rappresenta la sensibilità del consultante, la sua predisposizione ai cambiamenti e al progresso. Questo arcano rappresenta inoltre la superiorità della ragione e dell’intuito sull’istinto e sulle azioni sconsiderate, l’equilibrio e la serenità di chi procede umilmente, consapevole delle difficoltà, ma deciso a superarle.

Carta capovolta: il Fante di Denari capovolto è la mancanza di tatto, la sfacciataggine e la maleducazione, simboleggia inoltre l’indigenza, la totale carenza di energia. Siamo di fronte a un individuo che non ama il progresso, che non vuole procedere, legato a vecchie e obsolete abitudini, non disponibile ad allargare i suoi orizzonti materiali e mentali.

Cavaliere di Denari – La carta del  Cavaliere, o il Cavallo di Denari, raffigura un giovane che cavalca tranquillamente il suo cavallo.  All’altezza del viso del fante, al di sopra della testa dell’animale, compare il disegno circolare dell’oro che fa da guida al cavallo e al cavaliere. Da un punto di vista esoterico, questa rappresentazione indica l’esistenza della sfera spirituale. Il cavaliere appoggia il piede in una staffa, simbolo della realtà concreta e di tutto ciò che è terreno, necessario e legato al piano materiale. il Cavallo di Denari indica quindi che non è possibile raggiungere il piano dello spirito, se si ignora quello materiale e viceversa. Nell’insieme quindi, la carta rappresenta la dualità tra realtà e trascendenza, è sempre una carta veloce, di trasformazione: questo Cavaliere è in grado di applicarsi a un progetto, ad un ideale, portandolo avanti con forza e determinazione fino al suo compimento.

Carta dritta: gli eventi più importanti segnalati da questa carta, riguardano la sfera professionale, contrassegnata da sorprese, vantaggi, mobilità di capitale. La carta segnala, da parte del consultante, onestà, amore per il lavoro, affari vantaggiosi. Indica che il consultante è una persona estremamente responsabile, specialmente quando deve mantenere i suoi impegni: in particolare il Cavallo di Denari simboleggia l’ottimismo con cui il consultante affronta qualunque problema gli si presenti.

Carta capovolta: l’attività coraggiosa, anche se non sempre leale, della carta diritta, si capovolge, con il capovolgimento dell’arcano: il consultante soffre di stanchezza, mancanza di iniziativa e di responsabilità, ha toccato il fondo dell’incoscienza, dello scoraggiamento, dell’ apatia. Gli sperperi, le occasioni perdute, i ritardi saranno innumerevoli e demoralizzanti.

Regina di Denari La Regina del seme di Denari deriva il suo potere dall’elemento Terra. Ovunque c’è lei c’è prosperità e abbondanza, è la controparte femminile del Re, intelligente, abile, influente e sicura di sé: una donna capace di amministrarsi ma, al contempo, estrosa, appassionata, gelosa. La corona che indossa, indica la forza e l’universalità delle convinzioni morali, mentre l’oro che poggia su ambedue le mani, indica la supremazia assoluta dei beni materiali.

Carta dritta: assicura dignità, benessere, concretezza, realismo, franchezza e coraggio nelle imprese economiche. Rappresenta inoltre la preminenza dell’etica universale sulla riflessione e il pensiero individuale. Ogni problema che potrà sorgere in ambito professionale, familiare o sociale, si risolverà senza troppe difficoltà. L’ottimo rapporto con la materia, si traduce nel corpo in uno stato di salute soddisfacente e in un appagamento sessuale totale.

Carta capovolta: la gamma dei significati negativi della carta è molto ampia: la paura del fallimento, l’incertezza, l’esitazione e il dubbio intralciano il consultante. Grande confusione, dispiaceri, lacrime, cattiva salute del consultante o di una persona a lui cara. Un evento, apparentemente innocuo, può manifestare risvolti profondamente negativi. Questa carta, capovolta, segnala una donna avida, gelosa, perfida, falsa, portatrice di eventi sfavorevoli e fallimenti.

– Re di Denari – Siamo di fronte alla forza della ragione, all’importanza del dovere: quest’uomo non più giovane, saggio, maturo e coraggioso, evidenzia intelligenza, genio, lungimiranza, spiritualità. La sua forza non gli deriva dal sapere, né dal coraggio, né dall’ azione: il Re di Denari fonda le proprie certezze solo sul benessere accumulato con il tempo. Simboleggia il potere terreno, il dominio delle cose, senza la pretesa di guardare allo spirito. La sobrietà del trono sul quale è seduto, rappresenta la necessità di prescindere dal superfluo, per ricercare l’essenziale, la cui validità non muta nel tempo.

Carta dritta: il conflitto tra intuito, ragione e sentimento, si risolve a favore della ragione che deve per l’appunto governare le azioni umane. Questa carta, quando si presenta dritta, simboleggia la vittoria della razionalità sui sentimenti e può essere riferita a un uomo giusto, razionale, con grandi capacità analitiche.

Carta capovolta: se capovolto, questo Arcano mette in evidenza una persona infida, scaltra e senza scrupoli. Il capovolgimento della carta non si riferisce tanto al potere e alla fortuna della persona in questione, quanto alle sue caratteristiche morali: segnala avarizia, materialismo, aridità, inaffidabilità, indifferenza per i sentimenti altrui, ipocrisia, difetti fisici e morali.

Libro consigliato:

 

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami