Tarocchi: il matto

139

L’arcano privo di numero può essere considerato l’ultimo o il primo. Il Matto è l’essere irresponsabile e incosciente che si trascina attraverso l’esistenza secondo impulsi irrazionali.

L’abito e’ variopinto, compaiono verde, rosso, blu e giallo, corredato dal tipico copricapo dei buffoni di corte e indica le influenze che lo sospingono qua e là.

Un animale selvatico, emblema della lucidità e del rimorso, lo spingendolo, anziché trattenerlo, verso l’ineluttabile. Ma in questa in questa ricerca dell’infinito è racchiusa la grande lezione del Matto, che ha rinunciato alla materia e all’ambizione in vista di un’evoluzione interiore.

Quella del diverso che ha finalmente trovato il coraggio di andare controcorrente, muovendosi all’interno di se stesso, lungo le strade del cuore. La voce del Matto è la voce del-la verità, al di fuori dei valori sociali senza condizionamenti.

Corrisponde alla lettera shin dell’alfabeto ebraico. E’ l’inizio, l’energia.

AL POSITIVO

Estremamente favorevole ai nuovi progetti. Annuncia tutta una serie di novità positive, sempre se si sa accettare il cambiamento, le nuove esperienze, i mutamenti imprevisti. Un colpo di fortuna, una situazione positiva che si deve cogliere al volo. Non resta che seguire l’istinto e muoversi nella direzione indicata dal cuore.

Dalla sua parte il consultante e’ originale, esuberante, geniale, sempre giovane. Attento ai segnali occulti e alle coincidenze non casuali, può inoltre contare su una medianità istintiva, sull’intuito. Segue uno stile di vita assolutamente libero, al di fuori degli schemi convenzionali e una sessualità priva di pregiudizi ma innocente. Spensieratezza.

Il Matto diritto fa spesso riferimento a una libera scelta, a qualcosa o qualcuno che sta per arrivare: una telefonata, un ospite, un evento inatteso.

E’ l’arcano dell’avventura. Innumerevoli sono anche le possibilità e le alternative in una situazione ancora tutta da costruire.

AL NEGATIVO

Capovolto o accompagnato da carte contestualmente negative, il Matto esaspera l’aspetto avventuroso e irrazionale del suo carattere arrogante e spesso aggressivo. Sempre capovolto ma unito ad arcani deboli: s rivela una situazione di blocco, insicurezza, incomunicabilità, depressione, fuga dalla realtà.

Il consultante sta girando a vuoto in cerca di una soluzione ancora lontana, oppure ha imboccato una strada sbagliata. Attenzioni alle fissazioni, alle manie, alle ossessioni, all’esibizionismo. Soprattutto quando mancano la riflessione e autocritica.

Schiavo delle passioni, il consultante, finisce col perdere proprio il libero arbitrio. Spesso rappresenta leggerezza, paura delle responsabilità e superficialità. Il Matto capovolto diffida dal tentare nuove imprese e invita invece a ritornare sui propri passi. Vuole rammentare al consultante quanto i suoi progetti siano utopistici, avulsi dalla realtà perché formulati con eccessivo e ingannevole ottimismo.

I suoi problemi non potranno essere risolti senza un aiuto esterno. Onde evitare delusioni più gravi non rimane che desistere, dare un bel taglio netto alla questione e ricominciare tutto daccapo. Qualsiasi cambiamento potrebbe rivelarsi negativo o pericoloso. Attenzione alle calunnie, alle menzogne, alle false testimonianze, agli inganni, così come a invidie.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami