SAN GIORGIO. Bonetto e Pittis accusano: tariffa raddoppiata per i bimbi che usavano lo scuolabus solo per andata o ritorno

892

Non si fa attendere la reazione dell’opposizione in consiglio comunale, sul pagamento anticipato di scuolabus e mensa annunciato dal sindaco di San Giorgio Roberto Mattiussi in un articolo su Il Messaggero Veneto a firma di Francesca Artico. Davide Bonetto e Cristina Pittis firmano il seguente comunicato:

“Come Amministratori uscenti abbiamo sempre cercato, negli ultimi 5 anni, di trovare le soluzioni più sostenibili per i cittadini e virtuose per l’ente soprattutto in tema di servizi scolastici e sociali. Le dichiarazioni fatte dal Sindaco Mattiussi sulla stampa odierna primariamente non sono sostenute da alcun atto amministrativo (con riserva di ulteriori verifiche) che modifica l’attuale regolamentazione in vigore, secondariamente, pur condividendo il fatto di non assecondare assolutamente i morosi (cronici), siamo purtroppo certi che una scelta così avventata provocherà sicuramente problemi sia alle famiglie meno abbienti sia alle famiglie con più di un figlio in età scolare a carico”.

I due consiglieri esprimono la loro solidarietà alle famiglie sangiorgine e accusano di come le tariffe siano raddoppiate per i bimbi che usavano lo scuolabus solo per andata o solo ritorna.

Ma cosa prevede il “vecchio” regolamento?

  • Quota annua individuale di euro 90 frazionabile in due rate uguali da versare entro il 31 agosto 28 febbraio
  • Quota annua per due alunni dello stesso nucleo familiare di 150 euro frazionabile in due rate uguali da versare entro il 31 agosto 28 febbraio
  • Quota annua per tre o più alunni dello stesso nucleo familiare di 200 euro frazionabile in due rate uguali da versare entro il 31 agosto 28 febbraio.
  • La contribuzione è ridotta al 50% nell’eventualità che lo scuolabus effettui fermate di sola andata o di solo ritorno

Cosa cambierebbe

Stando alle dichiarazioni del sindaco, verrebbero meno la possibilità di rateizzare (come ha ricordato una madre oggi, in questo periodo si accavallano molte spese per l’inizio scuola e anche 50 euro possono fare la differenza per diverse famiglie) e verrebbe meno anche la riduzione del 50% per chi usufruisce del servizio solo di andata o solo di ritorno. Rimane aperta la questione delle famiglie che hanno due o più bambini da mandare con lo scuolabus, non si capisce se nel nuovo regolamento avranno diritto alle agevolazioni o meno.

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami