UDINE. Stop ai 3,5 milioni di anticipo per l’accoglienza dei profughi negli appartamenti

518

Il sindaco di Udine Fontanini blocca 3,5 milioni di euro che il comune avrebbe dovuto versare per i servizi forniti dalle associazioni coinvolte con il progetto Aura. Il Comune avrebbe dovuto versare questa somma per ovviare il ritardo dei pagamenti del Ministero che sostiene gli oneri dell’accoglienza. I famosi 35 euro al giorno. A darne notizia il Messaggero Veneto di oggi con un ampio servizio di Cristian Rigo.

L’amministrazione di Furio Honsell aveva previsto lo stanziamento di 3,5 milioni di euro proprio per venire incontro alle difficoltà delle associazioni coinvolte nel progetto Aura: Caritas, Nuovi Cittadini, centro Balducci, Oikos onlus, consorzio cooperativo sociale Il Mosaico e cooperativa onlus Aracon. I richiedenti asilo ospitati negli appartamenti sono 350

Dal primo gennaio per decisione della nuova maggioranza, chiuderà i battenti il progetto Aura.

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami