CERVIGNANO. Scoppia la protesta in Via Gorizia. Camion e lavori Cafc rendono la vita impossibile ai residenti

592
Malcontento e proteste da parte dei residenti di Via Gorizia per il passaggio di mezzi pesanti. Rumori, vibrazioni, aria pesante e alta velocità preoccupano i cittadini dell’arteria cervignanese. Come nella frazione di Chiarisacco di San Giorgio di Nogaro, anche a Cervignano non mancano le proteste per l’eccessivo traffico di camion che ogni giorno, complici i lavori sulla Terza Corsia, sfrecciano sulla SS14. A raccontare il Messaggero Veneto in un articolo a firma di Elisa Michellut.
Ad alimentare il disagio degli ultimi mesi, si sono aggiunti i lavori del Cafc. I lavori, secondo gli intervistati, sarebbero stati fatti in modo discutibile: cedimenti, avvallamenti, tombini rumorosi rendono la vita impossibile.
A intervenire sul Messaggero il consigliere di minoranza Giuseppe Soranzo. Questo il virgolettato: “Si pensa bene di rifare, dopo una decina d’anni i marciapiedi delle vie laterali ma c’è un disinteresse totale per quanto riguarda i problemi della via principale. Sono state più volte proposte soluzioni interessanti. Il Comune potrebbe realizzare alcune aree, pensate appositamente per i pedoni, in modo tale da restringere la carreggiata e obbligare gli automobilisti a ridurre la velocità. Sarebbe anche il caso di inserire segnaletica adeguata. I camion sfrecciano a tutte le ore e provocano fastidiose vibrazioni all’interno delle case che si affacciano sulla via. E’ una situazione insostenibile. Dov’è l’ufficio tecnico che dovrebbe risolvere queste problematiche e controllare i lavori effettuati dal Cafc?”

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami