LATISANA. Messa in sicurezza del Tagliamento: il Sindaco di Latisana incontra il capo nazionale della Protezione Civile

30

Daniele Galizio preme per i lavori a monte del fiume: “Un appello alla politica regionale”

Si è tenuto oggi, sabato 9 giugno alle ore 11:30, presso il Comune di Latisana, l’incontro ufficiale tra il sindaco Daniele Galizio e il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, a conclusione dell’esercitazione internazionale sul rischio idraulico organizzata nell’ambito del progetto europeo Neiflix (North Eastern Italy Flood Exercise) cofinanziata  dalla  Commissione  Europea,  che  ha visto  il  Dipartimento  della  Protezione  Civile,  in  collaborazione  con  le  Regioni  Veneto  e  Friuli  Venezia  Giulia,  coordinatore  di  un  consorzio  composto  da  Austria,  Francia,  Montenegro,  Serbia,  Slovenia,  con  la  partecipazione  della  Federazione  Russa. “Accolgo positivamente il fatto che si sia scelta Latisana sia come sede della conferenza stampa di presentazione dell’esercitazione sia come luogo principale di tali attività, simulazioni perfettamente riuscite che hanno visto l’intervento di squadre nazionali e internazionali per il soccorso in caso di alluvioni”, ha dichiarato il Sindaco Galizio. “Questo tuttavia evidenzia che il rischio di una catastrofe nel nostro territorio rimane elevato e che i lavori eseguiti fino a oggi, che riguardano principalmente il miglioramento delle condizioni a valle del Tagliamento, non sono sufficienti.  Nel corso della conferenza stampa del 1 giugno abbiamo ribadito al Vicepresidente della Regione con Delega alla Protezione Civile Riccardo Riccardi e all’Assessore all’Ambiente e alla Protezione Civile della Regione Veneto, Gianpaolo Bottacin, la necessità di  eseguire  le  opere  a  monte  del fiume, che interessano anche il  Comune  di  San  Michele. La messa in sicurezza del Tagliamento, infatti, si raggiungerà solamente nel momento in cui verranno realizzate le  opere  di  laminazione  delle piene del  medio  corso  del  fiume.” Questi interventi erano già stati inseriti e finanziati nel Piano  stralcio  per  la  sicurezza  idraulica  del  medio  e  basso  corso  del fiume  Tagliamento, approvato  con  decreto  del  Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri  il 28  agosto  2000, ma fino a oggi la Regione Friuli Venezia Giulia ha utilizzato i fondi stanziati per realizzare opere sul basso corso del fiume, nonostante l’azione unitaria dei Comuni di Latisana e San Michele al Tagliamento a favore della realizzazione  delle  opere  a  monte.

Con l’incontro di oggi – ha sottolineato Galizio – ho portato la questione all’attenzione del Capo Dipartimento della Protezione Civile, affinché non si consideri il Tagliamento un problema solamente regionale. Sono trascorsi oltre 50 anni dalle piene eccezionali del 1965 e del 1966 che provocarono gravissime esondazioni mettendo in ginocchio la comunità e la sua economia, e in questo tempo abbiamo potuto constatare che nonostante l’impegno e le campagne di sensibilizzazione che l’Amministrazione di Latisana ha portato avanti a prescindere dal colore politico, la politica regionale non ha fornito le soluzioni definitive. Ed è per questo che, per la salvaguardia dei cittadini e per poter anche investire sul territorio, in quanto il Tagliamento è una grande risorsa in termini di possibilità di sviluppo turistico, abbiamo approfittato dell’occasione dell’esercitazione per coinvolgere il Capo della Protezione Civile Nazionale, affinché operi per riportare il problema su un unico tavolo, cui partecipino le Regioni e la cui regia venga fatta a livello nazionale. Per noi si tratta di un appello alla politica regionale, affinché le opere di laminazione, a completamento della messa in sicurezza del Tagliamento, vengano eseguite.

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, a conclusione dei tre giorni dell’esercitazione Neiflex e a seguito del confronto con l’Amministrazione Comunale, ha dichiarato la necessità di affrontare in maniera diretta tutte le problematiche e di dar corso alle soluzioni per mettere definitivamente in sicurezza il territorio.

 

 

 

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami