CERVIGNANO. Il TAR conferma “No alle slot machine vicino ai bancomat”

97

Con una ordinanza il TAR del Friuli Venezia Giulia ha respinto l’istanza cautelare che era stata presentata da una società di gioco attiva nel comune di Cervignano. Il TAR conferma così la legge regionale con la quale si introducono distanze di installazione dei giochi pubblici dai luoghi sensibili, tra i quali vengono inclusi anche i bancomat.

Ed è proprio per la vicinanza ad uno sportello bancomat che il comune di Cervignano del Friuli ha imposto la chiusura a una società di gioco attraverso il divieto di prosecuzione dell’attività tramite l’installazione di apparecchi per il gioco lecito ex art. 110 comma 6 TULPS  poiché – spiegano – a meno di 500 metri dall’attività si trova un istituto di credito con lo sportello bancomat, luogo sensibile definito dall’art. 2 della L.R. n. 1/2014, così come modificata dalla L.R. n. 26/2017 in vigore dal 3 agosto 2017.

Non sono valse le richieste presentate dall’operatore: per il Tar “il ricorso non pare assistito da apprezzabili elementi di fumus boni juris e risultano condivisibili le controdeduzioni difensive svolte dal Comune intimato a difesa della legittimità del proprio operato”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami