LATISANA. Galizio: “L’installazione dei defibrilizzatori non e’ a rischio”

48

Smentita dal Comune di Latisana e dalla CRI la notizia apparsa sul Messaggero Veneto del 10.03.2018

In riferimento all’articolo apparso sul MV di oggi, il Sindaco di Latisana Daniele Galizio assieme all’Assessore alle Politiche Sociali Stefania Del Rizzo e al Direttore Generale della Croce Rossa Italiana Comitato di Udine replicano per smentire categoricamente le errate informazioni contenute sulle pagine del quotidiano.

L’attivazione dei defibrillatori non è a rischio, la convenzione, che deve ancora essere firmata, prevede un tempo di 60 giorni per comunicare la posizione dei defibrillatori. Comune di Latisana e Croce Rossa Italiana stanno collaborando positivamente per valutare la migliore collocazione dei defibrillatori e sono in corso le verifiche tecniche e l’acquisizione delle eventuali autorizzazioni necessarie.”

Si ricorda che la Giunta Comunale ha deliberato il 15 febbraio di dare mandato al Sindaco per la firma della convenzione, che verrà sottoscritta nei prossimi giorni e solo successivamente potranno essere comunicate le posizioni in cui saranno installati i dispositivi.

La notizia apparsa oggi sulla stampa che riporta che l’attivazione è a rischio a causa della mancata comunicazione dei luoghi di installazione è assolutamente infondata” aggiunge il Sindaco di Latisana.

“Il Comune di Latisana ha aderito in tempi brevi a questa importante iniziativa e, al pari di altri Comuni aderenti, comunicherà a breve, in accordo con la CRI, tutte le informazioni necessarie alla corretta e adeguata installazione dei defibrillatori”

“Voglio ringraziare Croce Rossa Italiana Comitato di Udine, Federsanità ANCI Fvg e la Regione FVG per aver promosso questa iniziativa che permetterà inoltre di formare personale non specializzato sulle manovre di rianimazione cardiopolmonare e sull’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno”

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami