Profughi a SAN GIORGIO. VILLANOVA chiede sicurezza. Criticato il Sindaco da alcune signore sui social

87
Sono 10 i richiedenti asilo arrivati in via Del Rio a Villanova una decina di giorni fa. Tutti uomini e pakistani, 6 provenienti da Tricesimo e 4 dalla Cavarzerani. Il Cas –Centro Accoglienza Straordinario- di Villanova sara’ attivo intanto per un anno, questa e’ la durata del contratto stipolato con il privato che si e’ reso disponibile ad ospitare il richiedenti asilo. Non sono mancate polemiche e malumori da parte dei residenti della frazione di San Giorgio che conta 400 abitanti. Il presidente della coop Nemesi, Gilberto Turra, e il direttore de Il Mosaico, Marco Peronio, si sono resi disponibili a rispondere a tutte le domande. Una 90ina i presenti, molti di Villanova. Il Sindaco Pietro Del Frate si e’ detto molto attento alla situazione. A preoccupare i residenti soprattutto la sicurezza. I richiedenti sono tutti uomini dai 18 ai 41 anni e la notizia che gli operatori dell’ente gestore non saranno presenti il weekend e la sera non ha certo rassicurato. Il possibile deprezzamento delle abitazioni limitrofe e’ un altro tema affrontato. Ad alcune signore presenti non sono piaciute un paio di esternazioni del Sindaco Del Frate che hanno criticato sui social. La sensibilità per il mondo femminile ha molte sfumature e non e’ per tutti. In allegato l’articolo de Il Messaggero Veneto di Francesca Artico che ben racconta la serata.
Tra i presenti istituzionali: il consigliere regionale Roberto Marin che e’ intervenuto piu’ volte, il consigliere regionale Paride Cargnelutti, il vicesindaco di Palazzolo Bordin, l’assessore di Gonars Budai, gli assessori di San Giorgio Pittis, Bonetto, Marcatti. I Consiglieri Maran, Bertoldi, Pigani, Toniolo.
Tra gli assenti illustri: il parroco (e’ stato colto da un contrattempo), il candidato sindaco Mattiussi, il vicesindaco Salvador

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami