Tutti in fila per un posto a Roma. Bassa divisa in due Collegi Uninominali

64
Sognando Montecitorio e  Palazzo Madama. Le segreterie dei partiti sono state prese letteralmente d’assalto dai curriculum a genere alternato di futuri onorevoli e senatori. Nella Bassa Friulana, a oner di cronaca, sono pochi i fortunati a sperare in un biglietto per Roma.
A provare la corsa nell’Uninominale alla Camera di Udine -che comprende anche Sangiorgino, Latisanese, Palmarino e Cividalese- e’ il Sindaco dem di Palmanova, Francesco Martines, che incontra pero’ qualche resistenza di genere all’interno del partito e qualche mugugno nell’Uti Riviera. Nel collegio Uninominale alla Camera di Gorizia -che comprende anche il Cervignanese e le Valli- il miglior candidato dem, almeno sulla carta, e’ Giorgio Brandolin, che deve vedersela con le ambizioni della minoranza slovena che rivendica il collegio. Sul fronte Liberi e Uguali, disco verde per la corsa nell’Uninominale di Udine per il Sindaco di San Giorgio di Nogaro Pietro Del Frate e nell’Uninominale di Gorizia per il Consigliere Regionale Mauro Travanut. A sorpresa, ma nemmeno tanto, a sinistra potrebbero trovarsi come compagno di viaggio quel Riccardo Illy che in molti, in questa parte del Friuli, ricordano ancora per la vicenda del cementificio. Il centrodestra non sembra avere fretta. La Lega Nord rivendica l’Uninominale di Udine e tra i nomi spuntano il gia’ Senatore Mario Pittoni, nome ben spendibile anche all’Uninominale del Senato o nel proporzionale, il Sindaco di Corno di Rosazzo Daniele Moschioni, la consigliera regionale Barbara Zilli e infine si racconta che fra i curriculum arrivati fra le mani del Segretario Salvini ci sia anche quello del gia’ Sindaco di Marano Graziano Pizzimenti. Nel collegio di Gorizia sono in molti a tifare per il forzista Ettore Romoli, capace di attirare le simpatie da Cervignano alle Valli. Poche le indiscrezioni sui pentastellati su due collegi che non li vedono, comunque, fra i favoriti.
Fra due settimane il deposito delle liste.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami