Scuola. Pittoni (LN): “Nuovi Presidi solo nel 2019, regione inerte”

87

Nuovi presidi solo nel 2019. Una situazione che sta crendo preoccupazione anche nella Bassa Friulana. Di seguito l’intervento su un tema di grande attualita’ dell’esponente leghista Mario Pittoni.

«Sui nuovi presidi che arriveranno solo nel 2019, gettando nel caos le scuole del Fvg, mi chiedo a cosa serva l’assessorato regionale all’Istruzione. Dopo che la governatrice Debora Serracchiani si era impegnata per una scuola “senza dirigenti in reggenza”, come può l’assessore all’Istruzione Loredana Panariti liquidare la questione affermando che “almeno ora abbiamo il concorso”? La Regione già non aveva fatto nulla per evitare il declassamento dell’Ufficio scolastico. Non ha mosso un dito neppure per sostenere la richiesta che avevo inoltrato personalmente al ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli di un accorciamento dei tempi del concorso per dirigenti scolastici, che avrebbe garantito la disponibilità di nuovo personale già nel 2018». Non nasconde la delusione Mario Pittoni, responsabile federale Istruzione della Lega Nord, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Regolamento del concorso per dirigenti scolastici che disattende il suo appello. «Il documento – spiega Pittoni – va addirittura in direzione opposta. Accogliendo un invito non vincolante del Consiglio di Stato, dopo la conclusione del tirocinio (quattro mesi) i candidati, per poter accedere al colloquio finale, dovranno sostenere anche una prova a carattere tecnico-pratico sulle materie oggetto dei moduli formativi, presentando alla fine una relazione scritta sull’attività svolta nel tirocinio. Risultato: nell’anno scolastico 2018/2019 il Fvg – conclude Pittoni – disporrà a malapena della metà dei presidi necessari a garantire il servizio…».

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami