PROFUGHI. LA “NUOVA SOCIETA'” DI TORRENTI

33

Senza stranieri torneremo poveri” Questa la profezia dell’assessore regionale Gianni Torrenti che ha occupato una pagina del Messaggero Veneto martedì 29. Da ribaltarsi sulla sedia. Ma qual e’ lo straniero tipo, ospite delle nostre terre, che secondo l’assessore eviterà la poverta’ della specialita’? Eccoci arrivati alla vigilia del referendum del 4 dicembre quando l’assessore della giunta Serracchiani sul Messaggero Veneto, spiega che questi giovanotti dai 18 ai 35 anni, per la maggior parte uomini di religione mussulmana, chiamati richiedenti asilo, hanno necessita’ di conoscere “regole, divieti e abitudini”. A questi ragazzi si comunica –per carità e’ un’idea tedesca seguita agli episodi di violenza di Colonia- con un paio di fumetti e un’app perché la lingua potrebbero non conoscerla.

Primo: “Le donne decidono la propria vita e non devono essere molestate”. Perche’ come dice l’assessore Torrenti “a nessun arabo viene in mente di palpeggiare una donna con il burqa, possono invece equivocare una minigonna…” Frase tipicamente maschilista a nostro modo di intendere. Secondo: “donne e uomini in Italia hanno gli stessi diritti”. Insomma ripartiamo da zero. Dall’ABC. Sorridiamo amaramente al pensiero di tutte le amiche che, come noi, tanto si battono per i diritti delle donne. Si riparte da zero, care amiche, con uno scontro culturale e religioso terribile. Basteranno un paio di fumetti? Le donne saranno le prime a pagare lo scotto, complici anche molti uomini che sottovalutano il problema. “Dovranno essere ameno duecentomila” spiega Torrenti “Non e’ una questione di integrazione ma di una nuova societa’”

Non serve scomodare Massimiliano Fedriga o Giorgia Meloni, questo non vuole essere un post politico, cosi incoraggiamo a leggere l’opinione di Ludovico Sonego, senatore dema pie’ della stessa pagina del Messaggero Veneto di oggi che cosi inizia: Servono piu’ italiani e non immigrati come sostiene l’assessore Torrenti”.  

Lunedi 5 dicembre alle ore 18.30, data e ora infelici, l’assessore Torrenti sara’ a Torviscosa e pochi ne parlano causa referendum. Da manifesto saranno presenti diversi sindaci dell’Uti Agro Aquileiese da Francesco Martines fino a Gianluigi Savino presidente dell’Uti stessa. Un’occasione per capire come la pensano sul tema  profughi i nostri amministratori. Tra i relatori non si leggono amministratori di Bicinicco, casualita’ vuole che uno dei punti “piu’ caldi” dell’ambito di Savino sia proprio la Corte del Sol sita in quel comune, di cui perfino le televisioni nazionali si sono occupate. Chissa’ se qualcuno di questi signori e’ andato a far visita alle giovani famglie di friulani che vivono nella Corte Del Sol… Ma si sa, quando il cortile e’ quello degli altri…

logo

1
Lascia una recensione

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Bragagnini Virginio Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Bragagnini Virginio
Ospite
Bragagnini Virginio

<>.. immagino che l’assessore dia per scontato che in questo momento storico, la nostra società, sia mediamente ricca.. tutti hanno un lavoro, le imprese prosperano, i salari sono equi e le pensioni adeguate al costo della vita. Insomma, siamo in pieno boom economico….. io però.. ma in molti ci chiediamo, quale sia la ricchezza che al momento ci ritroviamo con tutti questi chiededenti asilo… si, chiedenti asilo e nel contempo, migranti economici di origine clandestina… piccolo particolare.. mi chiedo se esiste un limite di accoglienza ben definito, e se esista anche un programma occupazionale per il quale si possa parlare… Leggi il resto »