SETTEMBRE CERVIGNANESE SOTTO IL SEGNO DI SAVINO: DA VENDITTI AL REFOSCO… di Arianna e Le Sbilfe

124

Inizio settembre con i botti per Cervignano. Dal concerto di Venditti di stasera alla Festa del Refosco di dopodomani, domenica 4 settembre. Tutto d’un fiato. I beninformati danno il Sindaco di Cervignano, Gianluigi Savino, in gran forma. Dicono che le ferie lo abbiano rigenerato sì da essersi ripresentato super attivo e carico di buoni propositi. Anche i ‘compagni’ che saltuariamente ci informano sui pettegolezzi di palazzo sono spiazzati da tanto ardore, abituati come sono alla sua proverbiale prudenza.

Ma torniamo alla kermesse di Venditti, in scena questa sera al Parco Europa, pubblicizzata in ogni dove. Il battage pubblicitario pare abbia sortito i migliori effetti, fonti vicine all’amministrazione assicurano che sarà un successone almeno valutando i biglietti venduti. Domenica 4 settembre, come detto, sarà dedicata al Refosco, vino delizioso, per palati sopraffini. Il sindaco di Cervignano non ha mancato di far pervenire una bottiglia al Dalai Lama. Non abbiamo dubbi che sua “eminenza” non aspettasse altro che di assaggiare una bottiglia delle nostre eccellenze vitivinicole. E pensate che ha ottenuto risposta dalla sua assistente personale. Il tutto raccontato dal Messaggero Veneto con grande orgoglio per il paese.

A coronamento del momento d’oro del “nostro” sindaco, la settimana scorsa c’è stato il ritorno a un classico, anzi a una classica: la piscina. Un ritorno in punta di piedi, tanto per tastare il terreno. Per chi si fosse trasferito da poco in quelli di Cervignano, sono anni che si parla di fare la piscina in paese. Alla vigilia di ogni scadenza elettorale quello della piscina ridiventa uno dei più classici tormentoni. Ma Savino vada avanti e non tema contraccolpi, confortato dal fatto che la piscina i cervignanesi la vogliono davvero. I costi? Chi se ne fraga, in tempi di crisi bisogna far sognare il popolo. Ma andiamo oltre.

Manca ancora all’appello l’annuncio dell’inaugurazione della tanto sospirata piazza San Giacomo, soprannominata ‘il salottino di Cervignano’. Davanti al cantiere il Sindaco ci passa piu’ e piu’ volte al giorno, perché ci tiene proprio a quella piazza. Con il suo andirivieni ha creato quasi un solco. Come non potrebbe trattandosi della sua prima inaugurazione? Pietro Paviotti prima di lui aveva tagliato nastri su nastri tanto da essersi aggiudicato i nomignoli più disparati per la sua passione del fare. Si dice che Savino soffra il confronto. Lo confortiamo perche’, cervignanesi e no, sanno che i tempi delle vacche grasse sono stati archiviati. Adesso i soldi son pochi e la burocrazia degli appalti è complicata assai. Inutile dirlo al nostro sindaco che scopriamo dal suo curriculum essere un esperto del settore. Dovrebbe farci scuola.

Non c’e’ dubbio, il 2016 e’ annata da incorniciare per i nati sotto il segno della vergine dall’amico Simone Bressan al neo sindaco di Latisana Daniele Galizio. Non fa eccezione il Sindaco di Cervignano, che credeva ci fossimo dimenticate del suo 57esimo compleanno. E invece… Happy Birthday Mr. major. A lui glielo canterà Venditti questa sera. Vabbè, ha la barba, ma che vuol dire, non siamo mica a Washington.

Ps. Sbilfe, non avresti dovuto aggiungere l’età, non è elegante… E perche’? Li porta bene e poi a Cervignano dicono assomigli a quell’attore americano… a sì George Clooney che su per giu’ ha la sua età e mica la nasconde.

logo

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami