PROFUGHI. IL SILENZIO IMBARAZZANTE DELL’AMBITO E LA PREOCCUPAZIONE DEL SINDACO DI BICINICCO

86

IL SINDACO DI BICINICCO GIOVANNI BOSSI

C’e’ preoccupazione a Bicinicco per il possibile arrivo di nuovi profughi. Sarebbero 16 quelli in attesa di una sistemazione che il Prefetto nell’Assemblea pubblica i primi giorni di giugno aveva stoppato, in attesa di una disponibilità diversa da parte dell’Ambito Presieduto da Gianluigi Savino Sindaco di Cervignano, anche Presidente dell’Uti agro-aquileiese. Savino non ha ancora sciolto le riserve dopo un mese e mezzo, nonostante gli impegni presi. Difficile essere Sindaco di Cervignano e Presidente Uti nella zona piu’ dem della regione e avere a che fare con la grana profughi.

2529_1_savinopiccola2[1]

IL SINDACO DI CERVIGNANO SAVINO, PRESIDENTE AMBITO E PRESIDENTE UTI AGRO-AQUILEIESE

Non nasconde la preoccupazione il Sindaco di Bicinicco Giovanni Bossi la cui mediazione fra prefetto e cittadinanza fino ad oggi e’ stata molto positiva, diminuendo, in un primo momento, il numero di emigrati da 40 a 30 e quindi strappando l’impegno del Prefetto a sospendere ulteriori arrivi ai 14 attualmente collocati in Felettis, in attesa di disponibilità dai sindaci dell’Ambito.

Sindaco Bossi, come stanno le cose?

La prefettura ha chiesto all’Ambito di indicare alcuni spazi per l’accoglienza dei richiedenti asilo. Il Presidente dell’Ambito Gianluigi Savino si è impegnato in tal senso.

Ma l’impegno del Presidente Savino e’ stato assunto da un pezzo. Come mai non e’ arrivata la soluzione?

Spero che arrivi a brevissimo, il Prefetto aspetta risposte e anche i cittadini di Bicinicco. Si sono susseguite riunioni soprattutto nel subambito di Cervignano per cercare la disponibilità di alcuni spazi di accoglienza.

La location potrebbe essere Cervignano o qualche comune limitrofo?

E’ una domanda a cui non so rispondere, Bicinicco ha oltre la sua quota, continuo a ribadire che ognuno deve fare la sua parte. Mi interessa che l’impegno preso si concretizzi. E’ impensabile aggiungere ulteriori profughi a Bicinicco. L’Ambito deve accogliere 150 profughi, se ogni comune dello stesso facesse la propria parte il numero sarebbe di 8/9 profughi per comune, in sintonia con il modello di accoglienza diffusa proposto dalla Giunta Serracchiani.

Lei e’ Vicepresidente dell’Uti agro aquileiese… Ha mantenuto in questi mesi di costituzione delle Uti sempre un atteggiamento collaborativo…

Un atteggiamento assolutamente costruttivo. Confido infatti in altrettanta correttezza cosi che la soluzione arrivi presto. Il tempo e’ ormai agli sgoccioli.

logo

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami