FALLIMENTO AUSSA CORNO. CANDOTTO (FdI): DEL FRATE SI DIMETTA

545

In attesa della puntata di domani sera alle 21 su Udinese Tv dedicata da Marco Belviso all’inchiesta Aussa Corno con interviste illustri tra cui il Sindaco di San Giorgio di Nogaro Pietro Del Frate e il Consigliere Regionale Paride Cargnelutti…  mentre il Consiglio Comunale di San Giorgio e’ chiuso in un significativo silenzio… Sembra che dentro il palazzo tutti difendano, ma poi al di fuori nessuno fiata… e mentre il caso del Sindaco indagato del Pd di San Giorgio di Nogaro finisce alla ribalta nazionale sul blog di Beppe Grillo al numero 138…

…oggi ascoltiamo la posizione politica sulla “Vicenda San Giorgio” di Fratelli d’Italia dalla bocca di Gianni Candotto Segretario provinciale del Partito di Giorgia Meloni.

Candotto, si e’ creata una situazione pirandelliana a San Giorgio con Sindaco e Capogruppo di minoranza indagati nella mega inchiesta Aussa Corno. Premesso che non e’ certo un avviso di garanzia a far gridare allo scandalo, ma il fallimento dell’Aussa Corno, un tempo modello di sviluppo per la regione. Se Del Frate fosse del suo partito chiederebbe atto di responsabilità politica e un passo indietro?

Premesso che sono garantista e che l’avviso di garanzia riguarda un’indagine della magistratura su cui non entro nel merito ovviamente. Se il Sindaco De Frate fosse del mio partito chiederei lumi sulla gestione politica di una vicenda che lo ha visto seduto in quel Consiglio di Amministazione. Il Consorzio Aussa Corno e’ andato fallito e con lui un modello di sviluppo economico per un intero territorio. Quindi se Del Frate fosse del mio partito gli chiederei di fare un passo indietro e dimettersi.

Che significato ha il silenzio del Partito Democratico e dei suoi vertici?

Il Pd lo ha scaricato politicamente, pare evidente, l’unica voce e’ stata quella di Mauro Travanut che e’ una corrente minoritaria all’interno del Partito.

Infatti il suo compaesano il Consigliere Mauro Travanut ha difeso a spada tratta Del Frate, qualcuno maligna che se fosse capitata a Cervignano una situazione del genere Travanut “avrebbe dato fuoco ai banchi del Consiglio” pur di avere le dimissioni?

(Ride) No Travanut e’ sempre stato garantista, lo avrebbe fatto anche se la situazione fosse capitata a Cervignano e lui seduto sui banchi dell’opposizione…

Se lei fosse in minoranza a San Giorgio presenterebbe la mozione di sfiducia?

Sicuramente valuterei se chiedere la sfiducia…

A San Giorgio l’unica opposizione ad oggi e’ il Movimento Cinque Stelle che non a caso non siede in Consiglio Comunale. Voi vi state organizzando sul territorio?

Il centro destra si e’ sciolto in tutto il Sangiorgino e il Cervignanese, per questo sto lavorando con il gruppo Fratelli d’Italia cosi’ da creare le condizioni per diventare un riferimento come partito del centro destra i prossimi anni, basti pensare alle liste che abbiamo messo in campo a Porpetto e anche a Ruda storicamente una terra di sinistra.

IMG_2469