CERVIGNANO. Arrivo anticipato dei profughi? Diminutto interroga Savino. La preoccupazione del Comitato

La richiesta di accogliere i profughi nei Centri di Accoglienza Straordinaria per trasformarli in Sprar una volta presentati i progetti e’ un’ipotesi che il Sindaco sta valutando ormai da diverse settimane”. La Consigliera Comunale Marika Diminutto spiega di aver depositato un’interrogazione per conoscere la decisione dell’amministrazione: “Cervignano aderirà al cosiddetto Pre-Sprar? I cittadini aspettano una chiara presa di posizione e questo silenzio imbarazzante sembra nascondere una debolezza politica di cui Cervignano non ha certo bisogno.” Nell’interrogazione la Diminutto chiede di conoscere tempistiche, iter per la scelta del soggetto gestore e numero dei richiedenti accolti in caso di Pre-Sprar.
Anche il Comitato per la Trasparenza ha scritto in questi giorni al Sindaco. “In queste settimane abbiamo avuto modo di ascoltare la preoccupazione dei cittadini per un’eventuale accoglienza anticipata dei richiedenti asilo” spiega il Comitato “cosi abbiamo scritto al Sindaco ribadendo la necessità di fare chiarezza su un argomento tanto delicato. Ormai gennaio e’ alle porte e il non dire non giova a nessuno. Il problema dell’accoglienza non può essere affare solo di una maggioranza in Consiglio Comunale, ma dell’intero territorio”
Oggi su Il Messaggero Veneto a firma di Elisa Michellut potete leggere l’articolo: “Accoglienza al via. Ed e’ gia’ polemica. Cervignano: il Comune predispone il progetto Sprar. Interrogazione della minoranza. E il Comitato chiede lumi.”  con anche la risposta del Sindaco Gianluigi Savino che, dopo una serie di scambi di cortesia, dichiara: “Per quanto riguarda il Pre Sprar al momento non ci sono novita’.

Notizie

About Author

bassaparola

Leave a Reply