CERVIGNANO, SAN GIORGIO. L’eredità politica di Travanut e il futuro di Del Frate

Pietro Del Frate e’ al bivio fra il rassegnare le dimissioni a metà gennaio per tentare la corsa alle regionali e il completare la terza legislatura da sindaco a San Giorgio, mettendosi cosi a disposizione del nuovo partito. Fino a qualche settimana fa la scelta verso lo scanno triestino sembrava cosa fatta, grazie anche al consenso elettorale dell’amico/compagno Mauro Travanut, a fine corsa in piazza Oberdan. Oggi le solite malelingue raccontano, invece, di un Del Frate preoccupato proprio del consenso elettorale fuori San Giorgio. Il nome del rivale politico interno al nuovo movimento, Liberi e Uguali, sarebbe –condizionale d’obbligo-, manco a dirlo, un Cervignanese, Federico Gratton. Nei palazzi che contano, i dem raccontano come, messa in preventivo la sconfitta nella comunali dopo 15 anni, la sinistra, quella vera, punterebbe a mettere in sicurezza il fortino Cervignanese, che dopo la vittoria di Gianluigi Savino e la sua svolta politica a sinistra, non potrebbe rinunciare ad avere un rappresentante in Consiglio regionale.
Mauro Travanut getta acqua sul fuoco con un’eleganza oratoria di altri tempi in attesa, anche lui, che Del Frate sciolga le riserve sul suo futuro e sul futuro della sinistra nella Bassa Friulana.

Prof. Travanut, i soliti mal di pancia pre-elettorali?

(Sorride) Il Cervignanese Mauro Travanut non potra’ certo non tenere conto di chi sarà candidato a Cervignano. Questo non significa però che non regga le sorti di Pietro, un amico, e che lo aiuterei senza ombra di dubbio in tutte le sue zone. E’ evidente che se ci fosse un candidato di Cervignano non potrei fargli uno sgambetto.

Si auspica una candidatura di Pietro Del Frate alle regionali di primavera?

Mi auspico che il sindaco Del Frate faccia quello che serenamente intende fare. Qualsiasi cosa lui desideri fare lo sosterrò, ma e’ chiaro che se ci fosse un Cervignanese che candida a Cervignano non potrei non aiutarlo.

Immagina anche un candidato di Cervignano, magari Federico Gratton?

Penso che Liberi e Uguali non possa non avere un candidato di Cervignano. E’ evidente! Poi chi sarà lo decideremo insieme.

Domani l’ultima lezione di filosofia di Nietzsche prima della pausa Natalizia, anticipazioni?

La quintessenza del primo capolavoro di Nietzsche: La nascita della tragedia dallo Spirito della Musica.

Notizie

About Author

bassaparola

1 Comment

  1. Giuseppe Iannucciello Reply

    C’è da augurarsi che chiunque vinca o perda le elezioni si impegni per il bene di TUTTO il popolo friulano e non per una rendita di posizione o peggio per la propria ideologia o filosofia.

Leave a Reply