Il Presepe di sabbia di LIGNANO

Da IL DIARIO DI UDINE –È la memoria della Grande Guerra, evento lontano e vicinissimo insieme, il tema proposto nel Natale 2017, nella ricorrenza dei 100 anni dal drammatico esodo di Caporetto e dal fiume umano di cinquecentomila donne, vecchi e bambini costretti a fuggire dal Friuli e dal Veneto, in condizioni di estrema precarietà, incertezza e sofferenza

 

Che a Lignano Sabbiadoro stia arrivando il Natale lo si capisce già dal benvenuto che la città offre in questi giorni. Chiunque arrivi alla grande rotonda di ingresso verrà accolto da un bellissimo presepe di legno, opera dell’artista e scultore friulano Franco Maschio, composta da un pastore scolpito in rovere e da 40 pecorelle scolpite su legni diversi, a misura naturale. Un caloroso benvenuto che segna la via verso uno degli appuntamenti più attesi del periodo natalizio del Friuli Venezia Giulia e non solo, quello con il grande Presepe di Sabbia, giunto alla 14° edizione, che anche quest’anno sarà ospitato nella grande tensostruttura allestita nei pressi della Terrazza a Mare. La grande inaugurazione dell’opera, che vede l’organizzazione Associazione Dome Aghe e Savalon d’Aur, con il sostegno della Città di Lignano, in collaborazione con Pro Loco Lignano, Lignano in Fiore Onlus, Lignano Sabbiadoro Gestioni e con il fondamentale contributo delle associazioni lignanesi, è in programma il prossimo 8 dicembre, alle 17, per rimanere visitabile durante tutto il periodo festivo e fino al 28 gennaio 2018… per leggere l’intero articolo clicca QUI

Notizie

About Author

bassaparola

Leave a Reply