DA SARO A MORETTON, DA TONDO A BOLZONELLO. TUTTI PAZZI PER TRAVANUT di Arianna e Le Sbilfe

(Satira) Filosofia passerella di conoscenza e d’incontri. Crocevia del sapere e dell’esserci. Accade a Cervignano del Friuli ormai da diversi anni. Ne parlavamo con una docente romana incredula di come, in un piccolo centro di nemmeno 15.000 abitanti ai confini dell’impero, lezioni di filosofia coinvolgano decine e decine di persone. Numeri confermati perfino quest’anno con Hegel in campo, ostico ai piu’ e nemmeno in periodo di saldi. Artefice dell’impresa il professore-filosofo Mauro Travanut che e’ anche conosciuto per essere consigliere regionale.

Ma andiamo per ordine e sveliamo i volti noti che si son scoperti almeno una volta studenti del filosofo di Terzo di Aquileia. L’idea nasce dopo l’apparizione di tale Ferruccio Saro che non staremo qui a presentare perche’ tutti conoscono come una delle menti più brillanti -non congeniale a tutti ci mancherebbe- della politica friulana. Il mercato sul perche’ l’ex senatore fosse a Cervignano e’ durato un giorno. Le lezioni di Travanut servono anche a colorare una politica assai stanca. Piccolezze. Anche Saro ha timbrato cartellino cosi come, prima di lui, due presidenti di regione entrambi di centrodestra: Renzo Tondo e Alessandra Guerra. Nessun avvistamento invece di Riccardo Illy e Debora Serracchiani anche se, per carita’, immaginare la governante a lezione di Travanut…

La par condicio e’ aiutata dai vicepresidenti di regione. Come non spifferare che il 26 gennaio e’ atteso il vicepresidente FVG Sergio Bolzonello? Non il primo vice, perche’ gia’ Moretton e Pedronetto hanno frequentato i corsi Travanuttiani. Un elenco importante di consiglieri regionali: Marsilio, Liva e Moretti. E che dire della simpatica segretaria regionale del Pd Antonella Grim che ha subito –pardon- assistito a una lezione su Fichte nel momento di maggior tensione referendaria?

Non mancano sfilate di sindaci ed ex sindaci… Duz, Tiussi, Scarel, Beltramini, Cecconi, Scridel e il padrone di casa Gianluigi Savino che i maligni raccontano soffra ogni volta che deve saltar lezione. Presente a turno tutta la giunta di Cervignano. Pardon, quasi tutta: Cogato, Casola, Gratton e la brava vicesindaca Marina Buda. Per non dimenticare i consiglieri comunali. Anche se -ma son solo voci di paese- si racconta che l’ala vicina all’altro consigliere regionale, Pietro Paviotti, diserti le lezioni. Noi pensiamo sia solo un caso che Paviotti non si sia visto ad alcuna lezione di Travanut. Fra qualche anno, quando entrambi avranno piu’ tempo, certamente li troveremo a far convegni insieme.

Cosi le lezioni di Travanut diventano ritrovo silenzioso della politica Cervignanese bipartisan: Andrea Zampar, Igor Pozzar, Giovanni D’Ali’, Christian Franetovich e come non ricordare le tante presenze dell’amica Loredana Marano.

Rimane un lungo elenco di consiglieri e assessori dei comuni limitrofi da Terzo a San Giorgio, da Torviscosa a Aquileia che non facciamo in tempo a ricordare.

Sbilfe, a lezione di Travanut per amore della filosofia o per dovere di presenza? Certo, non sara’ una lezione a cambiare le sorti della politica, a far prendere un posto in lista o qualche voto in piu’. Ed ecco allora che giovedì Bolzonello –nemmeno aspirasse ad essere presidente di regione- sara’ studente di Travanut cosi come un noto politico del centro destra cervignanese di cui gia’ si assicura la presenza. Tutti nomi che la dicono lunga sull’amore per Travanut… pardon per Hegel…

logo

Notizie

About Author

bassaparola

Leave a Reply