PRESEPE DEDICATO AI MIGRANTI. E’ POLEMICA

fullsizerender

Non erano mancati le scorse settimane i mal di pancia a San Giorgio di Nogaro sul tema scelto per il presepe di Chiarisacco 2016, ma si attendeva l’ufficializzazione dell’artista. Ufficializzazione che e’ arrivata oggi sulle pagine del Messaggero Veneto: “Si inaugura il presepe dedicato ai migranti” il titolo. Il presepe di Chiarisacco a San Giorgio di Nogaro e’ uno dei presepi piu’ importanti della regione FVG, ideato dal locale Circolo culturale su suolo pubblico. Il paese si era gia’ diviso, come accade, fra favorevoli e contrari sul tema scelto, tanto che qualcuno non avrebbe dato disponibilità ad aiutare nella realizzazione. Da una parte chi difende la liberta’ dell’arte con uno sguardo benevolo al tema dell’accoglienza, dall’altra chi, invece, reputa poco opportuno, anche dopo i recenti fatti di cronaca, dedicare un presepe ai migranti. Polemiche che si aggiungono all’uscita, dopo un prolungato silenzio, del sindaco dem di San Giorgio Pietro Del Frate dei giorni scorsi quando ha annunciato, rompendo il silenzio, che il paese dovra’ prepararsi ad accogliere una decina di profughi –quelli veri s’intende-. Questo sara’ un tema che affronteremo nei modi piu’ adeguati. Un tanto perché non passi l’idea che tutti i sangiorgini sono propensi ad accogliere i profughi avvertiti dal sindaco durante una bicchierata.

Ritornando al presepe di Chiarisacco, arrivano le prime prese di posizione politiche. La Lega Nord affida il suo pensiero al vicesegretario FVG Mauro Bordin: “Mi auguro che tutta questa attenzione sui migranti sia ricompensata da reciproca attenzione e doveroso rispetto anche verso la nostra cristianità da parte di chi giunge nel nostro Paese. Almeno che il Presepe sia rispettato! Fa specie che in alcuni casi venga contestato da chi giunge da noi come ospite o, addirittura, non fatto per evitare di offendere qualcuno. La realtà è che nessuno dovrebbe sentirsi offeso da simboli religiosi o identitari. Altrimenti saremmo di fronte ad ignoranza. Credo, inoltre, che il presepe e il pensiero cristiano dovrebbero prima di tutto prestare attenzione alle persone senza lavoro e alle famiglie in difficoltà. Quello che è successo a Berlino dovrebbe far riflettere sui rischi, sulla portata e sugli effetti del fenomeno immigratorio in corso. Purtroppo mi pare si voglia evitare di vedere un problema che ormai si manifesta nella sua drammatica evidenza e criticità.”

logo

Notizie

About Author

bassaparola

2 Comments

  1. Claudio Reply

    Io accanto alla barca avrei messo anche un paio di squali…… Vergognoso mettere in risalto situazioni del genere che, sappiamo tutti sono servite e servono solo a fare business. Dedicare un momento così grande per la Cristianità a coloro che ci considerano infedeli………[Corano 2:191] “Uccideteli ovunque li incontriate……
    “Quando in combattimento incontrate i miscredenti, colpiteli al collo, decapitateli finché non li abbiate soggiogati, poi legateli strettamente.”
    SAREBBE STATO MEGLIO DEDICARE IL PRESEPIO A COLORO CHE SONO STATI VITTIME DI QUELLI CHE NOI GRAZIE AGLI IPOCRITI FALSI BUONISTI SPALANCHIAMO LE PORTE. AI MILIONI DI POVERI, A COLORO CHE NON HANNO NEMMENO I SOLDI PER CURARSI, A QUELLI CHE HANNO PERSO IL LAVORO E LA DIGNITÀ, HA QUELLI CHE PERDONO O NON HANNO UNA CASA, LA LISTA POTREBBE CONTINUARE, MA IN ITALIA VOGLIAMO DIMOSTRARE CHE SIAMO I MIGLIORI. SOPRATUTTO SE CHI LO CHIEDE È IL dio DENARO….

  2. Bragagnini Virginio Reply

    Non fa una grinza, il pensiero del vice segretario nazionale Mauro Bordin. Francamente, e in tutta sincerità, io, mi collocherei fermamente tra coloro che hanno considerato inopportuna la scelta del tema che ha ispirato l’artista e pertanto si sono rifiutate di collaborare. Certo, l’artista non poteva sapere a priori, ciò che sarebbe accaduto pochissimi giorni fa, tuttavia, non è l’ultimo episodio ma solamente il più “contenuto” per numero di vittime. A Nizza, oltre 80 caduti…… la matrice è la stessa e le dinamiche di provenienza di queste “matrici”… si accomunano. Per carità..anche io, difendo la libertà di espressione dell’arte, ma in quanto tale.. e non in questo caso.. ma certamente, non guardo di buon occhio questa politica dellaccoglienza…… ma soprattutto, un occhio, lo darei dentro le case di coloro che, contrariamente a me, si ostinano a predicarla…l’accoglienza.. così.. tanto per capire quale sia il livello di ipocrisia, misurandolo con il numero di migranti accolti… gratuitamente, da questi paladini della solidarietà umana……

    Segretario di circoscrizione Lega Nord BASSA OCCIDENTALE

    Bragagnini Virginio

Leave a Reply