PROFUGHI, DALLA REGIONE NESSUNA RISPOSTA

Nessuna novità per i 400 profughi che vagano per le città friulane senza avere un tetto. I prossimi giorni le temperature scenderanno ancora. Inutile l’appello sul Messaggero di oggi, di Don Luigi di Piazza che denuncia una situazione inaccettabile dal 3 gennaio di quest’anno. “Qualcosa di decisivo non funziona a livello strutturale nella nostra Regione riguardo l’accoglienza”.

La Sesta Commissione del Consiglio regionale stamani, ha ascoltato in audizione l’Assessore all’Immigrazione, Gianni Torrenti. Si attendevano risvolti. Zero decisioni della Regione che passa la palla allo Stato. I 400 profughi continuerebbero così a stare per strada con buona pace di tutti. Situazione sempre più pesante sia per loro che per la nostra sicurezza. Ci si chiede dove siano quei politici che si riempiono la bocca di autonomia e di specialità. A cosa serve un Consiglio Regionale ingessato, che parla 4 lingue ma che non può decidere?

logo

Notizie

About Author

bassaparola

Leave a Reply