LOTTE DEMOCRATICHE NELLA BASSA FRIULANA

Il Pd della bassa friulana non sembra trovare pace. Dopo la presunta incompatibilità del professsor Fulvio Tomasin, coordinatore del Pd nella bassa, alla Presidenza dell’Interporto di Cervignano, sollevata dal blog Ilperbenista, è il Preside Duri’ a salire in cattedra. L’Interporto, secondo il Preside, non sarebbe a fini di lucro. Niente incompatibilità. Tomasin sembra comunque  prendere tempo.

Acque agitate anche ad Aquileia. In una sfida di correnti il Circolo locale del Pd avrebbe criticato Cristiano Tiussi, imposto dai vertici del partito, come del resto Tomasin, nel ruolo di direttore della Fondazione. Cristiano Tiussi è contemporaneamente anche Sindaco Pd di Bagnaria Arsa, in scadenza in Primavera.

Situazione calda anche a San Giorgio di Nogaro. Il Sindaco Pietro del Frate, meno vicino ai vertici del partito, non sembrerebbe aver digerito la scelta di ridurre i liquidatori da tre a uno, lasciando fuori Sgassero. Guerra in corso con il Sindaco di Torviscosa Fasan che non lo avrebbe nemmeno invitato alla visita del ministro Galletti di sabato. Insomma si preannuncia interessante l’incontro di domani con la Presidente Serracchiani, su quello che resta dell’Aussa Corno, in cui è annunciata la presenza di entrambi i Sindaci.

Non va meglio a Marano dove il Comune, ha stoppato la Regione sulla pesca sportiva. La Regione, infatti,  sembrava avviata verso l’approvazione di una legge ad hoc, ma l’amministrazione maranese di espressione centrosinistra ha fermato ogni decisione. Tutto rimandato.

La bassa friulana, storico feudo di centrosinistra, diventa sempre piu’ scenario di lotte intestine. Nel 2013 non fu di buon auspicio per Riccardo Illy.

logo

 

Notizie

About Author

bassaparola

Leave a Reply